Il backup del gestionale

Tra delle procedure fondamentali che il responsabile del garden center dovrebbe porre in essere con meticolosa periodicità c’è il backup dei dati aziendali del proprio sistema informativo gestionale. Spesso mi capita di incontrare, ancora oggi, delle realtà florovivaistiche che sottovalutano la procedura di salvataggio dei dati aziendali, incorrendo spesso in situazioni di criticità che a volte portano a costosi e lunghi reinserimenti di dati. Una buona prassi per la protezione dei dati non è esclusiva delle grandi aziende, ma interessa tutte le realtà di impresa anche quelle più piccole. E sono soprattutto le piccole realtà aziendali dove “si dimentica” più spesso di eseguire il salvataggio dei dati su supporti esterni al server aziendale. E’ chiaro che impostare un sistema di backup automatico è la situazione migliore alla quale affidarsi per salvaguardare la sicurezza del proprio patrimonio informativo. Esistono vari metodi per effettuare il backup dei dati del gestionale aziendale e dipendono sia dal tipo di supporto sul quale vengono eseguiti sia dal tipo di software im piegato per realizzarli. Per esemplificare consideriamo il caso di una piccola rete informatica composta da un personal computer con funzioni di server e due terminali che svolgono le funzioni di cassa. Utilizzando un software open source come il cobian backup è possibile impostare automaticamente le copie ad intervalli regolari o in orari specifici, solitamente la sera dopo la fine dell’orario di apertura del garden center. Tramite l’impiego di questo software l’utente può scegliere se usare il backup incrementale od effettuare ogni volta un backup completo. Inoltre è  possibile scegliere se comprimere i file, impostare liste di inclusione/esclusione, impostare azioni da eseguire prima o dopo l’effettuazione dell’operazione di backup. Un’altra funzione interessante riguarda la possibilità di copiare le directory contenenti i dati del gestionale aziendale direttamente su un’area del web dedicata tramite ftp. Per mettere al sicuro le copie di backup si possono utilizzare degli hard disk esterni USB, utilizzandone due, a giorni alterni, in modo tale da conservare fuori dall’ufficio una copia recente che, anche in caso di furto dell’altra unità, sarebbe sempre disponibile per un eventuale ripristino. Oltre a pianificare i salvataggi è bene approntare anche le relative procedure di ripristino dei dati prima che sorga l’effettiva necessità. In questo modo, al verificarsi dell’evento negativo, furto, rottura o altro che sia, bisogna essere in grado di ripristinare, in tempi sufficientemente accettabili, la procedura software che permette lo svolgimento delle attività quotidiane.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.